dipartimento di studi aziendali e quantitativi

Dipartimento di eccellenza

Legge 232 del 2016 (legge di bilancio 2017)
Go to Cosa si studia

Cosa si studia

Le sfide rappresentate da quella che è oggi comunemente definita ‘quarta rivoluzione industriale’ richiedono al DISAQ un ripensamento di obiettivi e contenuti della ricerca lungo quattro principali filoni.

Go to Cosa si insegna

Cosa si insegna

Al DISAQ afferiscono 5 corsi di studio, 2 di primo, 2 di secondo livello, un Master di primo livello

Go to Cosa si fa sul territorio

Cosa si fa sul territorio

Negli anni, il DISAQ si è proposto come interlocutore dei principali attori del territorio privilegiando i comparti socio-economici più dinamici della Campania e sviluppando un fitto network di relazioni.

MIT REAP
La Parthenope è la prima Università in Italia ad aver stretto un accordo di partecipazione con il Massachusetts Institute of Technology (MIT) per il disegno di una strategia di sviluppo imprenditoriale regionale.
Slider
L' obiettivo è la creazione di un Osservatorio sui sistemi locali di innovazione e di un Acceleratore del trasferimento di conoscenze.

Il Dipartimento di Studi Aziendali e Quantitativi (DISAQ) dell’Università Parthenope di Napoli diretto dal prof. Claudio Porzio, è una delle 16 strutture (‘Dipartimenti italiani di eccellenza’) che si occupano di management, ai quali il MIUR ha destinato fondi straordinari per supportare attività innovative di ricerca, didattica e sviluppo territoriale. Il DiSAQ, a cui fanno capo 50 persone tra docenti e personale amministrativo, ha ottenuto tale riconoscimento sulla base di un progetto che ha l’obiettivo di rafforzare, nei prossimi 5 anni, la capacità di innovazione delle imprese e dei sistemi locali di innovazione (SLI) nel nuovo scenario indotto dalla quarta ‘rivoluzione industriale’. Strumentale a tale obiettivo è la creazione di un Osservatorio sui sistemi locali di innovazione e di un Acceleratore del trasferimento di conoscenze. L'osservatorio ha la finalità di avviare una sistematica e duratura attività di ricerca sui SLI: modelli manageriali, forme reticolari di collaborazione, strumenti finanziari a supporto della nascita e della crescita delle imprese, metodologie di analisi dell'impatto delle nuove tecnologie. Le attività si muoveranno lungo 3 direttrici: studio delle dinamiche di sviluppo dei SLI campani; monitoraggio di casi di eccellenza internazionale di SLI coinvolti nei processi di cambiamento legati alle tecnologie 4.0; monitoraggio dei principali SLI italiani per valutare il gap rispetto ai casi esteri di eccellenza. Il progetto prevede la partecipazione al Regional Entrepreneurship Acceleration Program (REAP) promosso dal MIT di Cambridge Massachusetts con la partecipazione di 9 poli innovativi localizzati in 4 continenti, per il supporto scientifico e strategico allo sviluppo di SLI competitivi. L’acceleratore ha la finalità di sperimentare e realizzare modalità innovative di trasferimento delle conoscenze sviluppate dal DISAQ in ottica sia di rafforzamento delle competenze manageriali delle imprese del territorio sia di promozione e sviluppo di nuove imprese. In particolare ci si propone di: offrire agli studenti sia percorsi innovativi di apprendimento per lo sviluppo di iniziative basate sulle tecnologie 4.0 sia nuove forme di accompagnamento alla creazione di impresa; mettere a disposizione laboratori nei quali sperimentare le soluzioni manageriali e i modelli di analisi sviluppati nell'attività di ricerca; ospitare nuove iniziative; coinvolgere le imprese del territorio sul tema delle tecnologie 4.0, sfruttando i risultati dell’Osservatorio.

  • b

Ricerca

Il team

claudio porzio

Direttore del Dipartimento
Direttore del Dipartimento.di Studi Aziendali e Quantitativi

Marco Ferretti

Project Director
Professore ordinario in Management Università degli Studi di Napoli Parthenope – DISAQ Presidente MAR.TE. Scarl
previous arrow
next arrow
Slider